L’ ESCURSIONE

Mercoledì mattina ci siamo alzati dal letto sapendo che ci aspettava una bella camminata..

Tutti pronti per partire, ci accorgiamo che il furgone non è pieno, manca qualcuno… SEBASTIANO!

Tigro corre a vedere in casa se c’è, ma non c’è! Ricorre a cercarlo nella tenda , lo trova tutto tranquillo che si prepara il sacco a pelo dopo aver fatto un sonnelino mentre gli altri si preparano… 🙂

Recuperiamo Seba e partiamo per il viaggio di mezz’oretta. (ovviamente parlando solo di lui e delle sue avventure da domatore di mucche e da dormiglione).

Arriviamo in cima alla montagna bagnati ma soddisfatti e passiamo ore a giocare e a prepararci per la promessa. La sera mangiamo una bella cena calda con spaghetti e zuppa di verdure. Dopo cena giochiamo a Loup – garoup e riceviamo un messaggio da “Poseidone” che ci dice che ha perso il suo tridente e così ci mettiamo alla sua ricerca. Dopo qualche minuto, Lena lo trova. Andiamo a dormire parlando. Liliana ha fatto le trecce a tutte le ragazze.

Giovedì ci svegliamo, facciamo colazione e ci prepariamo per partire per una passeggiata di 6 ore.

Arrivati quasi alla capanna, ci ritroviamo in mezzo a un pascolo di maledettissime mucche con i loro vitelli…(attenzione! Sono VERAMENTE pericolose). Superando la paura, arriviamo alla capanna stremati e con un male assurdo ai piedi e alle gambe, ma soddisfatti della lunga camminata. Giochiamo anche qui a carte e poi andiamo a cenare. Dopo cena ci siamo preparati con divisa e foulard per fare la promessa. La promessa viene fatta. Anita, Prisca e Lavinia sono state tutte e tre bravissime! Dopo la chiusura andiamo a letto e crolliamo immediatamente a dormire, stanchi anche per questa giornata.

La mattina ci svegliamo pronti per camminare (di nuovo) sulla discesa verso Coira. Arriviamo in fondo con le ginocchia per terra e i piedi pieni di fiacche… 🙂 🙂

Prima di entrare nel furgone, Belle ha avuto la bellissima idea di pocciarci la testa nella fontana del paese, di fronte a tutti i passanti stupiti e senza parole. Daks, quando arriva con il furgone e ci vede tutti bagnati, rimane senza parole e si mette a ridere (calcolando che è una persona impassibile).

Entriamo nel furgone e torniamo al campo per fare i giochi d’acqua…( tuffo più bello e figo nella piscinetta alta 8 cm, il sommozzatore più bravo). La giornata finisce con una bella grigliata invidiabile con costine stra buone, preparate dal papà di Daks, con una meritata doccia e con la preparazione delle magliette del campo.

Latest posts by Liliana e Anita (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.